CAMPAGNA MISURIAMO2

CAMPAGNA MISURIAMO2

La saturazione dell’ossigeno indica la quantità di ossigeno presente nel sangue arterioso e quindi anche lo stato di salute dell’apparato respiratorio e cardiocircolatorio. La saturazione si misura con uno strumento di semplice utilizzo: il saturimetro.

Il controllo della saturazione assume particolare importanza nell’attuale fase di emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19. Il virus SARS-CoV-2, infatti, può provocare polmonite e insufficienza respiratoria, ma può colpire l’organismo anche senza produrre sintomi di rilievo. Conoscere il valore della saturazione è molto importante perché consente al medico di intervenire al momento giusto. Anche nelle patologie respiratorie croniche, come asma, BPCO, ecc., i livelli di saturazione potrebbero essere ridotti, senza sintomi. Anche in questo caso, il valore della saturazione dell’ossigeno è fondamentale per tenere sotto controllo la malattia.

Per diffondere tra i cittadini la consapevolezza dell’importanza di misurare la saturazione dell’ossigeno, così come si misura la temperatura corporea o la pressione arteriosa, la Società Italiana di Penumologia e Federfarma, con il patrocinio della Federazione degli Ordini dei Farmacisti, hanno promosso la campagna MisuriAMO2.

Dal 9 al 31 dicembre 2020 le farmacie che aderiscono a questa campagna misurano gratuitamente ai cittadini interessati il livello di saturazione dell’ossigeno e il battito cardiaco utilizzando un saturimetro adeguatamente sanificato dopo ogni misurazione. La misurazione avviene nel rispetto delle norme di sicurezza, emanate dalle autorità sanitarie, volte a limitare la diffusione del contagio da SARS-CoV-2 e normalmente applicate dalle farmacie per l’erogazione di servizi di carattere sanitario (es. misurazione della pressione, test autodiagnostici, ecc.). I dati della misurazione saranno utilizzati per uno studio scientifico a cura della Società Italia di Pneumologia e daranno un contributo fondamentale alla conoscenza dello stato di salute della popolazione italiana. È importante che tutti partecipino alla campagna!

Chiedi alla Tua farmacia se aderisce alla campagna MisuriAMO2
e misura i livelli di ossigeno nel sangue!

SCARICA LA LOCANDINA DELLA CAMPAGNA

XXI Congresso Nazionale della Pneumologia

XXI Congresso Nazionale della Pneumologia

Gentilissimi Colleghi,

la Società Italiana di Pneumologia continua il suo processo di innovazione e digitalizzazione per la diffusione e l’implementazione delle conoscenze scientifiche e la formazione della classe medica, ampliando l’offerta di servizi già introdotti quale il portale ITALIAN RESPIRATORY NETWORK, primo progetto nel suo genere promosso da una Società Scientifica in Italia.

Sono pertanto lieto di annunciarvi che il XXI Congresso Nazionale della Pneumologia sarà un Congresso Digitale e si terrà da mercoledì 9 a martedì 15 Dicembre 2020.

Una settimana di formazione con contenuti scientifici veicolati da una piattaforma accessibile e al tempo stesso innovativa, in grado di rendere semplice la fruizione senza perdere di vista la necessità di interattività e condivisione.

Potrete visitare diversi ambienti rappresentati in modalità virtuale, di cui trovate una breve descrizione di seguito:

Hall Congressuale: dove troverete il Desk della Segreteria con tutte le informazioni per la partecipazione, la segnaletica che vi condurrà nelle altre aree, banner informativi,…
Sale Congressuali: dove sarà possibile assistere a tutte le sessioni scientifiche del congresso e selezionare i contenuti che potrete riguardare anche on demand
Area Espositiva: dove potrete visitare gli stand degli sponsor e interagire con i contenuti multimediali inseriti da ogni azienda

Area Poster: una repository di tutti i contributi scientifici approvati dal Board Scientifico

Area Social: un’area nella quale potrete chattare con gli altri partecipanti del congresso presenti sulla piattaforma

Vi segnalo inoltre alcune novità che abbiamo introdotto:

partecipazione dei Medici in Formazione:i medici in formazione specialistica avranno diritto all’accesso gratuito alla piattaforma. In fase di iscrizione, sarà sufficiente caricare un attestato di frequenza alla Scuola per perfezionare l’iscrizione;
contributi scientifici:
la call for Papers scadrà il prossimo 30 Ottobre;
ci sarà uno special focus su Covid-19;
sarà possibile inviare il proprio contributo sottoforma di Poster inserendolo in una delle seguenti categorie:
Lavoro Scientifico
Caso Clinico
Progetto di Ricerca

Convinto che in questo particolare momento la comunicazione e la condivisione siano fondamentali per la nostra pratica clinica vi saluto con grande cordialità e vi aspetto al XXI Congresso Nazionale Digitale della Pneumologia.

Luca Richeldi
Presidente SIP/IRS

A TUTTI I SOCI SIP-IRS

A TUTTI I SOCI SIP-IRS

Carissime Colleghe
Carissimi Colleghi,
il Ministero dell’Università e della Ricerca ha reso noto la ripartizione dei contratti coperti con fondi statali a supporto delle Scuole di Specializzazione di area Medica per il prossimo anno accademico.
Con grande orgoglio abbiamo quindi appreso che la nostra Disciplina ha quasi triplicato il numero di posti finanziati, passando dai 122 dello scorso anno accademico, ai 350 del prossimo, a cui andranno aggiunti i posti a finanziamento regionale.
Insieme alle Scuole di Specializzazione in Malattie Infettive e Tropicali (passate da 97 a 289 posti), le 27 Scuole di Specializzazione in Malattie dell’Apparato Respiratorio sono quelle che hanno avuto l’incremento percentuale più alto in assoluto: un messaggio forte e chiaro dalle Istituzioni del nostro Paese, risultato dell’impegno di tutti noi, in particolare durante la recente pandemia da COVID-19.
Tutte le nostre Scuole di Specializzazione hanno aumentato il numero di posti disponibili, arrivando in alcuni casi a quadruplicarlo, garantendo così un’omogenea distribuzione dei posti disponibili a livello nazionale.
Questo grande risultato richiama tutti noi Pneumologi ad un impegno ancora più intenso, teso a formare negli anni a venire, attraverso le reti formative delle nostre Scuole ed un sempre più articolato rapporto di collaborazione tra Università e Ospedale, gli Specialisti Pneumologi del futuro: a loro andrà il compito di salvaguardare la salute respiratoria dei nostri concittadini.

Un caro saluto e un augurio affettuoso per un’Estate serena a voi e alle vostre famiglie.

Luca Richeldi
Presidente SIP

Adriano Vaghi
Presidente AIPO

14 Agosto 2020

A TUTTI I SOCI SIP-IRS

A TUTTI I SOCI SIP-IRS

Carissimi Amici,

con grande dispiacere personale vi devo comunicare che nei giorni scorsi il nostro Consiglio Direttivo Nazionale ha dovuto prendere atto dell’impossibilità, almeno temporanea, di proseguire un percorso comune con alcuni Soci che, oramai da quasi un anno, sulla base di pretestuose argomentazioni di tipo formale, hanno avviato un percorso alternativo e confliggente con i progetti della nostra Società Scientifica.

Abbiamo trascorso tanti mesi impegnandoci con fatica, inutilmente, per trovare una soluzione bonaria, anche con l’intervento dei reciproci studi legali, ma purtroppo ogni tentativo è risultato vano. Penso siano facilmente comprensibili i miei sentimenti, la frustrazione che provo di fronte a quello che considero un vero fallimento per la mia Presidenza, i dubbi e le perplessità che ho avuto nel proporre una decisione unica nella storia della nostra associazione.

Ma alla fine il Consiglio Direttivo ha dovuto deliberare, per arginare con urgenza i crescenti danni causati dalla perdurante situazione di stallo, la sospensione di tali Soci, rinviando le ulteriori valutazioni al Collegio dei Probiviri, come statutariamente previsto. Il blocco di gran parte delle nostre attività, dovuto alla pandemia, ha infatti acuito lo sbilanciamento economico che già si era venuto a creare negli ultimi quattro anni: abbiamo avuto la necessità di intervenire immediatamente per poter prendere le impellenti decisioni legate soprattutto al congresso di ottobre, con la pausa estiva alle porte.

Non sono mancate, anche in questo difficile momento, nel quale mi sono dovuto fare promotore di una decisione che mai avrei immaginato di dover prendere, la partecipazione, il sostegno e la stima, di chi è riuscito a comprendere che questa era l’unica strada per salvaguardare l’unitarietà della nostra Società. La SIP-IRS non è di nessuna “anima,” è di tutti quelli che hanno voglia di fare, dedicando preziosissimo tempo a una causa superiore rispetto agli interessi individuali.

Invito quindi a farsi avanti quelli tra voi che, in questi mesi, hanno combattuto in prima linea, nei propri ospedali, nei propri reparti, ben altre battaglie rispetto a queste sterili schermaglie, e che hanno assistito, attoniti, ad una diatriba associativa priva di senso che, nel momento più critico della salute pubblica, ha solo creato confusione e spreco di energie in duplicazioni inutili. Abbiamo bisogno di rimboccarci tutti insieme le maniche, di ricostruire e, sarò un illuso, anche riportare a bordo gli Amici che, purtroppo, abbiamo temporaneamente perso. Perché nulla è veramente irreversibile se, ritrovata la serenità, si riparte tutti insieme con un nuovo spirito.

Le persone perfette non combattono, non mentono, non commettono errori e non esistono (Aristotele).

Vi invio il mio saluto più affettuoso.

Luca Richeldi

ONOREFICENZA Prof. FABIANO DI MARCO

ONOREFICENZA Prof. FABIANO DI MARCO

Carissime Colleghe e carissimi Colleghi,
apprendiamo con immensa gioia e sincero orgoglio che Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto conferire al nostro Collega Professor Fabiano Di Marco il titolo di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana, insieme con altri 51 cittadini Italiani che si sono distinti per abnegazione, generosità, competenze, professionalità e senso del dovere nel fronteggiare questa incredibile vicenda sanitaria.
Riceviamo dal Professor Di Marco il seguente messaggio:

Cari tutti,
è con un po’ di stupore che ho appreso di essere stato insignito del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana dal Presidente Mattarella per quanto fatto durante l’epidemia di COVID-19, nello specifico nell’ambito della comunicazione. È difficile gioire dell’onorificenza ricevuta visto il contesto, ma mi auguro che questo aggiunga un tassello a quanto fatto dalla nostra Disciplina in questi mesi, a partire dal lavoro del nostro Presidente, che ci ha rappresentati con un tono sempre professionale e moderato nel quale tutti ci riconosciamo.
Fabiano Di Marco

La recente pandemia ha impegnato la Pneumologia Italiana in uno sforzo immane per la gestione dei pazienti con insufficienza respiratoria causata da gravissime polmoniti interstiziali. È apparso del tutto evidente che una moderna organizzazione assistenziale non può prescindere dalle irrinunciabili competenze specialistiche pneumologiche, frutto della unicità del nostro bagaglio formativo e culturale. In questo senso va letto il prestigioso riconoscimento con il quale il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha premiato l’impegno, la dedizione, il grande merito professionale con cui Fabio Di Marco ha gestito la terrificante realtà della malattia da COVID-19 al Giovanni XXIII di Bergamo. Il Cavalierato concesso al Professor Di Marco è un giusto premio al Medico e all’Uomo Di Marco, ma è anche un segno di riconoscenza per il ruolo che tutti gli Pneumologi hanno saputo svolgere trovandosi in prima fila nella gestione di questa epocale e drammatica emergenza sanitaria.

Grazie e complimenti a Fabio Di Marco, grazie e complimenti agli Pneumologi italiani.

CAMPAGNA “AIUTIAMO CHI AIUTA” – EMERGENZA COVID-19

CAMPAGNA “AIUTIAMO CHI AIUTA” – EMERGENZA COVID-19

L’emergenza sanitaria determinata dal Coronavirus COVID-19 in Italia sta rappresentando un problema sanitario con impatto senza precedenti.

Gli ospedali dovranno riuscire a garantire un’adeguata assistenza ai cittadini soltanto attraverso un ingente impegno degli operatori sanitari.
SIP – Società Italiana di Pneumologia ha raccolto le necessità dei propri associati e quindi l’impegno a sostenerli condividendo informazioni scientifiche ma anche e soprattutto risorse che sono necessarie al nostro Sistema Sanitario Nazionale.

La Società Italiana di Pneumologia ha espresso la volontà di dare il proprio contributo nel sostenere e organizzare una Campagna di raccolta fondi rivolta alle aziende private e ha dato mandato alla sua Segreteria Tecnica In&Fo&Med, che opera da sempre nel campo della formazione in ambito medico-scientifico, di esserne la portavoce.

In accordo con il Comitato Tecnico Scientifico istituito dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità, saranno identificate una o più Strutture Sanitarie a cui devolvere le risorse raccolte attraverso la Campagna “Aiuta chi aiuta”.

MEDIANTE BONIFICO BANCARIO ALLE SEGUENTI COORDINATE:
CONTO CORRENTE INTESTATO A:
Società Italiana di Pneumologia/Italian Respiratory Society
BANCA: Intesa San Paolo – Filiale 55000
IBAN: IT40K0306909606100000119069
CAUSALE: Aiutiamo Chi Aiuta

Il nuovo portale Italian Respiratory Network

Il nuovo portale Italian Respiratory Network

Il portale Italian Respiratory Network della Società Italiana di Pneumologia, primo progetto nel suo genere promosso da una Società Scientifica in Italia, nasce con lo scopo di implementare un network digitale basato su una piattaforma tecnologica in grado di favorire il processo di knowledge sharing che appare decisivo per la crescita professionale della community scientifica impegnata nell’assistenza e nella ricerca nel contesto delle malattie dell’apparato respiratorio.

Iscrivendosi al portale potrai allo stesso tempo usufruire dei servizi previsti per te ed avere un ruolo attivo nel processo di condivisione scientifica finalizzato allo sviluppo della competence pneumologica.

  • Una sezione di formazione a distanza, webinar e special events calendarizzati e a disposizione anche on demand
  • Un’area repository di documenti scientifici condivisi da consultare e scaricare offline
  • Un forum/second opinion chat nel quale individuare gli argomenti di interesse, comunicare con i colleghi e condividere documenti sui quali confrontarsi
  • Pianificazione e organizzazione, attraverso una piattaforma di live meeting, della propria riunione personale. Questa sezione è completamente privata e visibile solo tramite le proprie credenziali di accesso
  • Richiesta per l’organizzazione di una FAD o di un Webinar inserendo nell’apposito form tutte le informazioni necessarie
  • Segnalazione di documenti da rendere disponibili per la consultazione di tutti all’interno del portale.
  • Consultazione di un elenco di tutte le Unità Operative Pneumologiche che hanno aderito al progetto con relativi contatti di riferimento

Tutte le proposte di comunicazione scientifica veicolate attraverso i molteplici canali del portale saranno oggetto di validazione del Comitato Editoriale attraverso un processo di peer review prima della pubblicazione.

VAI AL SITO

Messaggio del Presidente SIP/IRS

Messaggio del Presidente SIP/IRS

Carissime Colleghe e Carissimi Colleghi,

 

mi scuso per rubare qualche istante alla vostra preziosa attività clinica, oggi cruciale in un momento di inaudita pressione sui nostri reparti pneumologici e di straziante dolore per il nostro Paese. Mi preme però ricordare prima di tutto a noi stessi lo straordinario contributo che la Pneumologia Italiana sta fornendo alla gestione di una crisi sanitaria mai vista prima. Vi posso assicurare che nei quotidiani lavori della Commissione Tecnico Scientifica per l’emergenza COVID-19 del Ministero della Salute il ruolo della nostra disciplina è costantemente sottolineato e sinceramente apprezzato.

Vi invio quindi un fraterno e affettuoso saluto, certo di ritrovarvi quanto prima con un rinnovato spirito di collaborazione e di orgoglio per quanto stiamo facendo.

 

Presidente SIP

Prof. Luca Richeldi

 

PS: per inciso segnalo con profonda tristezza che nemmeno in questo drammatico momento si sono placate le note polemiche societarie che oggi non sono una priorità per nessuno se non per chi le fomenta ed alle quali dedicheremo certamente la dovuta attenzione quando ci sarà il tempo per farlo. A questo proposito vorrei sottolineare che tutte le iniziative intraprese a nome del Centro Studi SIP non sono state concordate né con me né con il Direttivo della nostra Società e sono pertanto da considerare autonome iniziative non facenti capo a SIP/IRS.